giovedì 20 marzo 2008

auto-organizzazione sui palazzi di Torino

Craig Reynolds, un ingegnere informatico californiano, ha simulato al computer uno stormo di uccelli (BOIDS), in cui ogni agente si comporta seguendo tre semplici regole all’interno del vicinato.
Incredibile, gli uccelli informatici formano uno stormo che si muove armoniosamente sullo schermo, dividendosi in due gruppi per evitare ostacoli, per poi ricongiungersi appena superata la barriera. Il comportamento non è stato programmato nelle regole ma emerge spontaneamente dalla realizzazione parallela di esse: auto-organizzazione.


Via openp2pdesign (grazie all'indicazione di Federico Bo) segnalo un progetto di design ispirato alla complessità. Lo studio torinese Todo design ha utilizzato gli algoritmi di Reynolds su momumenti torinesi. Il monumento è l'ambiente in cui stormi o banchi si muovono, si aggregano, vivono, evitando gli ostacoli costituiti da porte e finestre per poi ricongiungersi. Guardate il risultato. Che vita, che complessità emergente sui palazzi di Torino.


ARTIFICIAL.DUMMIES from todo.to.it on Vimeo.E qui la spiegazione del processo:

Artificial Dummies, the process from todo.to.it on Vimeo.

2 commenti:

Pippo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Stefano ha detto...

Ciao Luca,
simpaticissimi questi video. Anche boids deve essere interessante - andrò a sbirciarci.
Buona Pasqua!